conquistare una modella - Ramona

Conquistare una modella

Il sogno di ogni fotografo, conquistare una modella…

Si ma non fraintendere però

Prima di fare le foto. Prima di accendere la nostra fotocamera e addirittura prima ancora di iniziare a pensare quali saranno i nostri scatti c’è un fattore che non tutti i fotografi, specie i meno esperti, prendono in considerazione.

Una ragazza di 18 anni decide di provare a farsi fare qualche scatto, magari perché vuole foto di qualità sul proprio feed Instagram.

Una donna non più ventenne decide di fare un regalo importante al proprio compagno (o amante) e pensa ad una serie di foto boudoir (parlerò di questo genere di foto in un altro articolo).

Entrambe vengono da noi, e magari entrambe non sono mai state davanti ad un obiettivo. Perdipiù tutte e due vorrebbero qualche scatto un pochino più “intimo”. Ecco che allora la faccenda qui si complica.

Una veloce precisazione

I principi sul come conquistare una modella valgono anche per un uomo. Cioè, se dovessi fotografare un uomo, sorgono le stesse problematiche. Le mie foto, cioè quelle che ritraggono proprio me, sono state un vero calvario. Non sono fatto per stare davanti alla fotocamera.

Ma comunque, cominciamo…

Il difficile è mettersi a nudo

Si proprio così. Non serve levarsi i vestiti per sentirsi a nudo.

Ti racconto una mia esperienza, che però mi ha insegnato tanto.

 

Chiara è stata tra le prime a venirmi a trovare. Avevamo deconquistare una modella - chiaraciso di provare qualche foto di nudo. Lei era totalmente inesperta, l’avevo contattata su un sito e si proponeva come modella alle prime armi.

Dopo qualche giorno mi ricontatta e mi dice che non se la sentiva di fare nudo. Assolutamente comprensibile.

Dunque entra in casa e iniziamo praticamente subito. Estraggo la macchinetta dalla borsa, lei si piazza davanti alla finestra e inizio a fare qualche foto.

Non so, saranno passati due minuti da quando accesi la macchinetta.

Lei mi interrompe e dice: “devo fumarmi una sigaretta“.

Senza fretta

In totale avremo fatto 3 foto, semplici ritratti, per rompere il ghiaccio. Non è importante, era tesissima come le corde di un violino.

Spengo la macchinetta e esco con lei sul balcone a fumare.

Abbiamo chiacchierato, lei mi ha parlato dei suoi studi e di qualche difficoltà del momento. Io ho fatto lo stesso. I discorsi seri sono durati 10 minuti, poi è arrivata la stupidera e siamo rimasti a chiacchierare per una mezz’ora abbondante.

Insomma siamo entrati più in confidenza. Ci siamo messi entrambi a nudo. Mi sono messo al suo livello. Conquistare una modella serve proprio a questo…

Lei non era più la ragazza che era andata a spogliarsi in casa di uno sconosciuto.

Ricorda che l’imbarazzo è percepibile da una fotografia, e un’ora passata a scattare in queste condizioni è un’ora buttata (a meno che l’imbarazzo non sia un effetto ricercato nella foto).

Il risultato della giornata passata insieme sono state decine di foto bellissime.

E c’è di più

Ci siamo dati un altro appuntamento perché mi era venuta un’idea per una serie con lei. E’ tornata, abbiamo scattato ancora, e dopo nemmeno un mese le nostre foto sono state pubblicate su B-Authentique.

Chiara, nessuna esperienza, si è ritrovata pubblicata su un importante e-zine. Tralascio anche il fatto che dopo qualche giorno abbiamo ricevuto un altro editoriale su Modellenland. Quindi siamo già a due per lei.

La responsabilità è del fotografo

Quella esperienza mi ha insegnato alcune cose molto importanti.

Prima di tutto non avere fretta di scattare

Spesso la macchinetta fotografica mette un muro tra il fotografo e la modella alle prime armi. Sembra davvero un impedimento fisico tra i due. Per quanto mi riguarda non sono abituato a relazionarmi con un pezzo di vetro (l’obiettivo) e infatti non mi faccio praticamente mai delle foto. Quindi non possiamo pretendere che lei lo sia.

Spiega alla modella il tipo di foto che vorresti fare, falle vedere la location, da dove entra la luce e perché ti piace quell’angolo di casa. Raccontale di uno shooting particolarmente divertente, o di quando hai quasi fatto cadere la macchinetta nella tazza del c… – bagno (è successo).

Insomma, bisogna conquistare la modella, guadagnare la sua fiducia. Io non mi metto nudo davanti ad un estraneo.

Vale anche per i ritratti comunque

Ovviamente è più facile, ma sapere che poi quelle fotografie potrebbero finire sui social visitati da chissà quante migliaia di persone potrebbe comunque causare un pochino di tensione. Stessa storia, non limitarti a scattare.

Ora ho imparato la lezione

Dopo Chiara quasi tutte le ragazze che ho fotografato avevano nessuna o davvero poca esperienza.

Queste sono solo una piccola parte di loro ovviamente e qui qualche altra

E mia sorella?

E si con tua sorella non devi entrarci in confidenza, anzi fai attenzione che se le fai vedere il brufolo in foto rischi pure un occhio nero.

Ma se anche lei è inesperta ha comunque bisogno di te. Sei il regista. Spiega anche a lei cosa vuoi e che genere di foto state per fare. Da che parte deve guardare, come mettere le mani e l’espressione che vorresti provare ad immortalare.

Insomma come abbiamo già detto, la responsabilità è del fotografo in questi casi.

Monica - conquistare una modella

Lei è Monica, mia cugina. E’ più grande di me di 4 anni e quando eravamo piccoli se sgarravo dovevo solo che correre. Lei non ha mai posato per delle foto, tranne che per le mie.

E secondo te, con i nostri trascorsi, potevo permettermi di sbagliare?? Non penso proprio.

Ci siamo piazzati davanti alla finestra, e siccome non se ne riusciva a fare una di foto per bene perché eravamo davvero troppo in confidenza, abbiamo iniziato a ridere e scherzare. In realtà poi, questa “mancanza di serietà” era dovuta solo ad una cosa: all’imbarazzo nello stare davanti alla macchina fotografica.

Ho tentato la carta della stupidera. Battuta dopo battuta ogni tanto ci scappava qualche click. Un modo differente di conquistare una modella, ma pur sempre efficace. Una volta messa a proprio agio davanti all’obiettivo le foto sono venute praticamente da sole.

Un servizio boudoir

Non esiste una formula magica. Vale tutto quello che ho scritto sopra, ma qui non dimenticare che molto spesso andrete a rapportarvi con una donna non più ventenne.

Ma puoi sempre farcela sentire tu

Un altro piccolo “trucco”, anche se non lo definirei proprio tale, potrebbe essere quello di fare qualche scatto, scegliere una foto particolarmente bella e mostrargliela.

La maggior parte delle volte quello che mi sento dire è: “ma io non sono una modella“. Falle vedere invece che lo è. Falle vedere com’è venuta bene in foto, e che quella sua insicurezza nel piazzarsi davanti alla fotocamera è solamente una sua gabbia mentale.

Conquistare una modella non serve solo a rendere le foto che scatterete più naturali, più vere. L’autostima è solitamente un processo difficile, e non sempre rapido. Ma fidati che quando guarderanno le foto che le farete ti ringrazieranno per tutta la vita.

Ora che sai che fare una foto non è solo questione di click, non ti resta che lavorare anche di “psicologia“. Non è sempre facile e immediato, ma porta i suoi frutti, e non dimenticare che una fotografia non è solo immagine impressa.

Spero che questo articolo ti sia piaciuto. Se vuoi puoi condividerlo sui tuoi social attraverso i pulsanti di condivisione qui sotto.

Continueremo comunque a parlare di questo argomento, ma soprattutto, come anticipato prima, ho scritto un articolo proprio per quanto riguarda la fotografia boudoir. Questo perché secondo il mio modesto avviso sono tra le foto più difficili da realizzare.

Non perderti il mio prossimo articolo

Iscriviti alla mia newsletter se non lo hai già fatto, sarai aggiornato solo riguardo ai nuovi articoli e ad eventi in programma… Per il resto, se ancora non sei riuscito a conquistare una modella, aspetto i tuoi commenti qui sotto…

Al prossimo articolo

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo. Come è stato utile a te potrebbe esserlo ad un tuo amico

2 commenti su “Conquistare una modella

  1. Concordo pienamente con quanto hai scritto sopra, i consigli che hai dato saranno molto utili ai principianti alle prime armi ma anche agli esperti… Non esiste un vero e proprio manuale da seguire per mettere a proprio agio una modella e le situazioni variano da modella a modella…!

    1. È corretto Francesco. La cosa importante che ho dimenticato è che dobbiamo trasmettere fiducia. Questo vale per la ragazza (o ragazzo) principiante principalmente, ma anche per le modelle più esperte, che tenderanno a vedere la nostra mancanza di empatia con loro come una bassa professionalità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto