Pagina Instagram di fotografia

Pagina Instagram di fotografia? Una buona vetrina

Se non mi hai conosciuto sulla mia pagina Instagram di fotografia allora sei tra pochi. Allora facciamo così. Se ancora non hai visto il mio profilo, appena finisci di leggere l’articolo vacci subito a dare uno sguardo. Ti lascio il mio link –> https://www.instagram.com/denisgerolini/ ma vacci dopo.

Ho creato un profilo Facebook privato un anno fa circa, un pochino in ritardo rispetto gli standard misà, ma non ne ho mai sentito la mancanza. Non so perché, ma così è stato.

Ora che ho avviato la mia attività fotografica si è resa necessaria anche una presenza online più diffusa, anche con un profilo personale. Per quanto riguarda Instagram tutto è andato diversamente.

Quando ho sentito parlare di questo “Instagram”

Non ricordo, saranno passati un paio di anni. Ho incontrato un amico per strada. Parlavamo del più e del meno quando esce il discorso della fotografia. Gli mostro alcuni miei scatti e lui ne resta molto colpito. Caricavo le mie foto su un social a mio avviso molto interessante soprattutto per la qualità di foto (ovviamente c’era robaccia anche li), ma in effetti non ricevevo molte visite. Questa piattaforma era 500px.

Vabbè insomma questo mio amico mi chiede: “come si chiama la tua pagina Instagram di fotografia?

La mia risposta: “…………”

Porca miseria, lo ha detto. Ha pronunciato la parola “Instagram”. Io avevo sentito parlare di questa cosa, sapevo che c’erano persone li che usavano i “cancelletti”, ma non sapevo a cosa si riferisse tutto ciò (all’epoca non avevo nemmeno Facebook). Poi vabbè, se ne esce anche con il “ma cavolo se ingegnere informatico e non conosci ste cose??”. Come se un ingegnere elettronico deve assolutamente conoscere le lucine che si accendono in un pannello di controllo di un Boeing 747. Ma sorvoliamo.

Ecco che quindi mi mostra il suo profilo. Mi fa vedere le sue foto, i suoi followers, followings ecc… Tutto molto interessante. E lo è ancora di più quando gli chiedo cosa voglia dire 10,7K sopra la scritta followers. 10700 persone (circa) che potenzialmente potrebbero guardare le sue foto. Quante????? Tutta questa gente, che guarda le foto dei chupa chups?? Cioè si, sono buoni quanto vuoi ma… E mi si accende una lampadina.

Vado a casa…

Creo la mia pagina Instagram di fotografia

Ok l’ho creata. E adesso? Devo iniziare a mettere dei contenuti. In principio mettevo paesaggi, foto di strada ecc… Poi sono passato al mio genere: nudo, ritratto, ecc.. Mi ero creato un buon profilo. Mi sono informato molto sul come massimizzare il potenziale di questo strumento. Hashtag (i cancelletti :-D) da utilizzare, orari, engagement ecc… Insomma sono diventato un professionista instagrammer.

Pagina Instagram di fotografia - primi scatti
Una delle mie prime foto pubblicate

Ti evito tutte le accortezze che ho utilizzato per crescere ma la cosa che più ho capito è che su Instagram i contenuti vincono sempre. Non sono i millemila followers, non sono i miliardi di likes o commenti ma solo i contenuti. Una foto fatta male non piace a nessuno, piace ai bot, e ai profili fake. Una foto ben fatta, con significato, dove c’è stato un reale lavoro dietro piace alle persone. Persone vere.

Dopo alcuni mesi i risultati arrivavano sempre più velocemente, e sempre grazie al mio profilo Instagram di fortografia (specifico sempre di fotografia perchè ne ho anche uno personale). Ragazze a cui piacevano le mie foto mi contattavano sempre più spesso. Sono riuscito ad ampliare il mio portfolio e quindi, a farmi conoscere sempre di più.

 

 

Dopo un paio di anni di utilizzo di questo social sono ormai in grado di tirare le somme.

E’ necessario un profilo Instagram?

Di sicuro non è obbligatorio, o necessario, ma sono convinto ormai che oggi dia una marcia in più. La visibilità è permessa a chiunque. Anche al piccolo genio della fotografia che non ha disponibilità economiche per una buona fotocamera e scatta esclusivamente il suo cellulare. Ovviamente, da visibilità anche ad emeriti incapaci. E di questo non posso che esserne contento. Lasciamo che siano i nostri followers a fare il confronto. Che siano loro a giudicare il nostro lavoro.

Se usato nel modo giusto sono convinto che faccia davvero la differenza. Insomma in fondo è tra i social network più utilizzato e un motivo ci sarà. Bastano pochi accorgimenti e un click per mostrare a migliaia di possibili ammiratori i nostri lavori, e senza spendere centinaia o migliaia di euro in pubblicità.

Penso anche che se non avessi avuto una buona pagina Instagram a quest’ora non avrei nemmeno questo blog.

Insomma anche io che non sono un grande fan di questi social network mi sono dovuto adattare per non rischiare di scomparire in questo mondo che è diventato sempre più difficile. Bisogna fare la voce grossa ed emergere. Farsi notare, entrare nei profili altrui interagendo e dare la possibilità ai tuoi potenziali futuri ammiratori di guardare le tue foto. C’è talmente tanta concorrenza che se non lo fai tu lo farà qualcun altro, che non vedrà mai le tue capacità. Ci sono altre strade ovviamente, ma io ho scelto questa e ne sono soddisfatto.

Pagina Instagram di fotografia - Cavalli a Petrella

La nota dolente di Instagram è che spesso falsa l’immagine

E non parlo da un punto di vista tecnico e di immagine intesa come fotografia, ma di reputazione. Molti purtroppo danno peso al numero di followers senza contare la qualità di essi. Quante volte hai visto profili con 100K followers e massimo 100 likes a foto? Non ti sei posto una domanda? E quanti profili da 20K con oltre 2000/3000 o oltre? Ovviamente anche i likes possono essere di fonte dubbia comunque.

C’è anche un altro punto però da tenere in considerazione e, soprattutto per il mio genere di fotografia, è tra i più importanti. Il rapporto di followers uomini/donne. E’ davvero facile ottenere consensi su una pagina Instagram di fotografia di nudo. Non tenendo conto di questo fattore rischieremo di trovarci pieni di likes ma anche di commenti poco opportuni.

Fatti un giro sul profilo di qualche fotografo (ovviamente non faccio nomi) molto seguito, con foto molto banali ma abbastanza esplicite. Dai uno sguardo ai suoi commenti e fatti un’idea di quello che sto dicendo.

Sono un fotografo, un consiglio per la mia pagina Instagram? Te ne do 10

  1. Scegli un tema e seguilo: non postare gattini, cene e cenette se la tua pagina Instagram ha come tema principale i ritratti. Così come ritratti se hai deciso di scattare paesaggi. Fallo nelle storie magari.
  2. Cerca di tagliare tu stesso le foto: Instagram taglia le foto, soprattutto le verticali. Pensaci tu. Massimo rapporto 4/5.
  3. Posta esclusivamente contenuti di qualità: non intendo che devi avere una macchina fotografica da mille mila euro. Intendo di fare e postare foto belle. Che piacciano alla gente.
  4. Scrivi una buona bio e includi il tuo sito web.
  5. Cerca di rispondere a tutti i commenti: aumenterai l’engagement.
  6. Scrivi una buona caption (didascalia sotto le fotografie)
  7. Non ti ammazzare con gli hashtag: pochi ma buoni. Che non siano troppo usati. Se usi #blackandwhite resterai in cima alla lista per pochi secondi dato che è un hashtag molto utilizzato. Se usi #blackandwhitepicture ad esempio avrai più tempo per essere notato.
  8. Fatti notare: interagisci con i profili della tua nicchia. Metti likes a fotografi, modelle ecc… Non perdere tempo (come ho fatto anche io all’inizio) con i profili di gattini, cagnolini, cibo ecc…
  9. Occhio a chi segui e da chi sei seguito: se la tua pagina Instagram di fotografia ha come tema il nudo potresti attirare una quantità notevole di MDF. Fai pulizia ogni tanto e non seguire profili di quel genere
  10. Ultimo consiglio: segui Denis Gerolini

pagina Instagram di Fotografia di Denis Gerolini

Sono sicuro che già lo fai, ma come ti ho detto all’inizio dell’articolo, se non lo hai ancora visto ora è il momento di farci un giro. E fammi sapere cosa ne pensi.

Un piccolo aggiornamento dell’ultimo momento

Quando ho scritto questo articolo avevo un certo rapporto followers/following. In questi giorni sto eseguendo un’operazione di pulizia del mio profilo Instagram. Sto eliminando account stranieri e fake ma anche profili che hanno un elevato numero di following. Questo perchè è meglio non avere followers che averli inattivi. Diminuiscono l’engagement (l’interazione che hanno con il nostro profilo).

Non c’è bisogno di bloccare i profili che non vogliamo ci seguano. Con uno degli ultimi aggiornamenti di Instagram possiamo eliminarli senza perdere l’engagement che potrebbero aver avuto in passato o, se ci siamo sbagliati, potrebbero avere in futuro.

Pagina Instagram di fotografia - lista followers

Basta andare sulla lista dei nostri followers e premere sui “3 pallini” di lato. Rimuoveremo così il followers senza bloccarlo

 

 

 

 

 

 

 

 

Per concludere, sono sicuro che un buon profilo di fotografia su Instagram sia un ottimo modo per farsi conoscere, basta non soffermarsi su quello. Io ad esempio sto sfruttando la mia notorietà acquisita sul social per pubblicizzare il mio blog. E andrò sempre avanti, soprattutto con il tuo aiuto che già mi stai dando leggendo e, perchè no, condividendo il mio articolo sul tuo social preferito (utilizza i pulsanti qui sotto).

A presto.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo. Come è stato utile a te potrebbe esserlo ad un tuo amico

2 commenti su “Pagina Instagram di fotografia? Una buona vetrina

  1. Ottimo Denis, è sempre un piacere leggere i tuoi consigli…! Penso proprio che dopo quello che ho letto andrò a dare una controllatina e farò pulizia…😂

    1. Grandissimo Francesco ho già dato un’occhiata al tuo profilo e si, ti consiglio di dargli una bella ripulita. Molto meglio avere 100 followers attivi che 1000, di cui 900 inattivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto